Compleanno (falso) festeggiato al Poplar Festival

Possibile che siano diventati tutti così creduloni?
Ogni giorno siamo sommersi da notizie false e la maggior parte delle persone non se ne accorge.

Ho voluto fare un esperimento, ho modificato la mia data di nascita in Facebook per vedere quante persone mi avrebbero fatto gli auguri in maniera automatica/meccanica.

Qualche istante prima avevo anche avvisato che avrei anche io pubblicato una bufala, pubblicando due post dove rimarcavo il fatto che la gente è troppo credulona.

Per rendere ancora più falsa la notizia del mio compleanno, mi sono tolto nove anni.

Non mi sembrano pochi 9 anni, il 20% della mia età, tanto per vedere se l’automatismo vale anche per chi mi conosce un po’ meglio.

Risultato di questo esperimento:
– un centinaio di persone (tra post e messaggi privati) mi hanno fatto gli auguri di buon compleanno in modo meccanico (la maggior parte con scritto “auguri” o “buon compleanno”)

– dei miei coscritti mi hanno fatto gli auguri non accorgendosi dei 9 anni in meno
– persino chi conosceva bene la data del mio compleanno perchè nato stesso giorno e stesso mese mi ha fatto gli auguri di compleanno
– solo due persone mi hanno contattato privatamente dicendomi che non era quella la data del mio compleanno
– un altro paio di persone credo abbiano capito perchè hanno scritto delle frasi particolari

In questo caso si trattava solo di un piccolo scherzo, una bufala innocua… ma quando troviamo altre notizie che ci piacciono non ci comportiamo allo stesso modo? Non le verifichiamo e premiamo su “mi piace” e condividiamo solo perchè è semplice e rapido…. la prossima volta pensiamoci un po’ meglio e verifichiamo.

Un’altra riflessione: prima dell’avvento dei social network gli auguri si facevano anche se nessun automatismo ce li ricordava. Delle persone importanti ci si segnava la data a penna su agende e calendari. Poi siamo passati alle agende digitali e ci si è segnati la data delle persone importanti nei nostri smartphone. Ora invece non serve neppure segnarcelo perchè tanto Facebook o altri software automaticamente ci comunicano i compleanni dei nostri contatti… molto comodo, ma anche molto meccanico e decisamente meno personale.
Infatti quando facciamo gli auguri scriviamo “auguri” o “buon compleanno”, frasi molto poco personali rispetto ad un tempo quando gli auguri si facevamo scrivendo dei biglietti cartacei. Si andava in cartoleria e si sceglieva il biglietto adatto all’età e alla persona che lo riceveva, e si scriveva una frase appositamente studiata per il/la destinatario/a.
Adesso anche la fantasia è sparita: messaggi tutti uguali ed impersonali. Dai la prossima volta almeno provare a scrivere dei messaggi di auguri mirati alle persone… non serve poi molta fantasia, basta pensare alla persona e scrivere il messaggio. Certo porta via più dei 4 secondi di scrivere “auguri”… davvero non abbiamo più tempo per fare questo? E cosa ci sta portando via tempo? O forse perdiamo troppo tempo in tante cose inutili?

Ad ogni modo per festeggiare il mio falso compleanno, visto anche i miei 9 anni in meno, sono andato alla festa universitaria POPLAR FESTIVAL a scattare qualche fotografia in notturna (è sempre un buon allenamento, cercare di sfruttare la poca luce presente per ottenere delle foto naturali, a volte un po’ mosse ma molto più reali delle foto scattate con l’uso del flash – ma anche questa è solo un’opinione di un fotonarratore) .

Ma per dire la foto qua sopra dove si vedono solo i contorni delle persone e si possono contare le teste, avrebbe lo stesso effetto se scattata con il flash? No, secondo me diventerebbe “piatta” e senza quel fascino da “vita notturna” che l’immagine sopra regala al lettore.

Quest’altra foto anche lo stesso effetto. Col flash le ombre sui volti sparirebbero, certo tutto sarebbe più nitido, ma verrebbe meno l’atmosfera… non credete? Beh questa è la mia opinione, non si deve per forza essere d’accordo. Questo l’effetto che volevo ottenere e pertanto mi ritengo soddisfatto.

Quali sono le conclusioni di questo esperimento?

Beh che posso dimostrare 9 anni in meno… ah no, non era questo 😉 

A chi interessano le foto scattate al POPLAR FESTIVAL 2018, ecco il link

POPLAR FESTIVAL – TRENTO 2018

Precedente L'indifferenza, il tempo e l'amicizia Successivo Difficile perdonare se stessi

Lascia un commento

*