No, non ci sto, mi arrendo!

Venerdì scorso ho ricevuto da parte del Comune di Baselga di Piné la comunicazione che, causa le dimissioni di un consigliere comunale, risultando il successivo dei non eletti, avevo la possibilità di (ri)diventare consigliere comunale.

Prima di dare una risposta ho voluto pensarci alcuni giorni. Era stata una bella esperienza quella fatta nella scorsa legislatura (2010-2015) e accettando la carica avrei potuto portare avanti un paio di piccoli progetti che mi stavano a cuore e che non era stato possibile concludere nella precedente legislatura, ma questa volta mi sono arreso ed non ho accettato la carica.

Non ho accettato perchè è un periodo nero quello che stiamo vivendo ma pochi se ne stanno rendendo conto.

Le persone non ascoltano più quanto stai proponendo, non ascoltano quanto stai dicendo, ma ti insultano solo perchè appartieni ad uno schieramento diverso dal loro.

No, non ci sto, non ho più voglia di spendere energie e tempo per persone che, invece di tener conto dello sforzo che si fa (non ho detto apprezzare ma solo tener conto), ancora prima che tu possa dire/proporre qualcosa, ti insultano.

Non sto parlando di chi critica, dopo averti ascoltato e controbatte proponendo soluzioni alternative argomentando le proprie ragioni, ma sto riferendomi a chi non ascolta la tua opinione perchè ha la presunzione, non solo di saperla già, ma anche che è totalmente sbagliata e per tanto ti insulta e non propone alcuna alternativa.
Ti insulta per la tua appartenenza ad uno schieramento diverso dal loro. Queste persone ti insultano e ti danno dello stupido solo perchè hai una opinione diversa dalla loro. Non ti ascoltano, non cercano di capire e confrontare le diverse opinioni/idee, no, non gli interessa perchè si considerano portatori della verità assoluta.

Davvero è questo il modo di fare Politica? Davvero in questo modo si risolvono i problemi?

Questo è un tipico comportamento da ultrà fanatico ed estremista. Così come gli ultrà fanatici ed estremisti hanno rovinato lo sport impedendo alle famiglie di andare allo stadio per timore di violenti scontri con feriti e morti, allo stesso modo questi esaltati hanno distrutto i valori del fare Politica.

Ma quanti se ne stanno rendendo conto? Pochissime persone purtroppo.

Io per abitudine, perchè credo fermamente nella libertà di opinione e per educazione, sono abituato ad ascoltare quanto propongono le persone, qualsiasi sia l’appartenenza politico-sociale, perchè credo che, solo analizzando le diverse proposte, conoscendo le diverse opinioni, informandosi su tutti i possibili risvolti, confrontandosi apertamente si possa trovare la migliore soluzione al problema analizzato.

Se una idea è buona, rimane una buona idea anche se la propone una persona di un’altro schieramento. Una pessima proposta rimane comunque una pessima proposta anche se la porta avanti un amico o una persona del proprio schieramento.

Ma per sapere se qualcuno ha delle buone idee, occorre ascoltarlo e non insultarlo. Ascoltare ciò che dice e giudicare l’idea e non la persona, considerare chi ci sta parlando come una persona che ci può insegnare qualcosa invece che non lasciarlo parlare perchè lo consideriamo stupido.

Potevo combattere perchè ritornasse il reciproco rispetto, ma mi sono arreso ed ho rinunciato all’incarico.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.