El brisaròl

El brisaròl” è un termine dialettale trentino difficile da tradurre in quanto non si tratta solo di una persona abile a trovare i porcini o i funghi in generale, ma è un artista vero e proprio. El brisarol non ha paura che qualcuno raccolga i funghi prima di lui nei suoi posti segreti, perché neanche i famigliari più stretti sanno di tutti i suoi posti.

Se qualcuno gli chiede dove ha trovato i funghi, la risposta è sempre la stessa: “nel bosco” oppure  “qua attorno” e ti invita a cercare bene. Ma non prenderlo alla lettera, perchè è un po’ bugiardo e quel “qua attorno” vuol dire a tre chilometri di distanza in un posto che solo lui conosce. Se lo fermi per parlare, vedrai che non ti da corda perchè deve andare a cercare nei suoi posti e pertanto taglierà corto ogni discorso.

Se gli chiedi di più ti racconterà che posti buoni non ce ne sono più, però lo vedi andare sempre nei suoi boschi e se lo incontri quando sta ritornando verso casa nel suo cestino qualche fungo lo si può trovare.

El brisarol è in grado di trovare le brise quando nessuno le sta trovando e neppure le sta cercando perchè la stagione è finita.

El brisarol l’è bon de gatar brise anca el dese-sete de novembre en mez ala devastazion.


Primo esemplare: notare l’orologio per dimensioni e data

 

Secondo esemplare – ancora più grande.

 


Classica foto ricordo (grazie ad Armando Bortolotti per lo scatto)

Altra foto ricordo (grazie ad Armando Bortolotti per lo scatto)

Precedente C'era una volta un bosco...

Lascia un commento

*